Polpette di Burghul, Verdure e Yogurt

Le polpette di oggi sono deliziosi finger food, da servire freddi o a temperatura ambiente, a base di  burghul e  yogurt.

Il burghul è grano duro germogliato, cotto al vapore, essiccato al sole e infine spezzato grossolanamente. Quello della mia dispensa proviene dal Libano ed è uno dei meravigliosi prodotti del Commercio Equo  e Solidale (finalmente in città, per giunta in pieno centro, abbiamo la bottega!!! Evviva Otra Vez!). Nella cucina libanese, il burghul è utilizzato nella preparazione del piatto libanese più conosciuto al mondo, il fresco e appetitoso taboulé
Lo yogurt che ho adoperato è un comune yogurt al naturale che ho lasciato scolare in un setaccio per qualche ora in frigorifero. Ciò che si ottiene, seguendo questo semplice accorgimento, è la labna, una specie di formaggio acido, dalla consistenza più soda di quella dello yogurt.

Dal burghul mescolato allo yogurt , lasciato fermentare per un certo tempo ed essiccato  infine al sole,  si ottiene il kechek, un alimento indispensabile nella cucina libanese, che serve a  condire zuppe, stufati, salse e  focacce. Nella tradizione ancora più antica però, il burghul viene fatto fermentare solo con acqua e sale, ed il kechek così ottenuto è un vero e proprio formaggio vegan! 

Detto questo, le mie polpette nulla hanno a che vedere con il kechek, sono semplici e veloci da fare e molto, molto gustose, perciò provateci ;)!

Ingredienti:
300 grammi di burghul cotto
250 grammi   di yogurt naturale
una manciata di fagiolini
300 grammi 
di zucchine
 
una manciata di noci  tostate
due spicchi d'aglio schiacciati con un pizzico di sale in un mortaio
 un  cucchiaio di tahin
un mazzetto di prezzemolo tritato
paprika 
olio evo  
sale marino integrale 
 
Pulite le zucchine e i fagiolini e tagliateli  a tocchetti. Saltate le zucchine in padella con un filo d'olio per qualche minuto, fino a quando saranno tenere. Cuocete i fagiolini a vapore e poi gettateli in una ciotola con l'acqua ghiacciata per mantenerne vivo il colore. Unite le verdure al burghul cotto e aggiungete del prezzemolo tritato e un aglio pestato. Mescolate e salate.
Per la preparazione della salsa di condimento sarà necessario tenere a scolare lo yogurt per qualche ora in un colino. Alla labna ottenuta unite il tahin, il restante spicchio d'aglio pestato, dell'olio e il sale.
Condite il bulghur con la salsa ottenuta e formate delle polpette. Cospargetele di paprika e decoratele con delle noci tostate. Potrete servirle subito o riporle in frigorifero per qualche ora.  


6 commenti:

  1. Io tutte ste cose sul kechek non le sapevo proprio. Ora mi faccio i capperi tuoi, come mai tutta questa cultura libanese?
    Ste polpette però...gnammm!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi cara, per mia fortuna, ho un'amica libanese molto cara. Ha sposato un mio amico di qua ed insieme tornano al paesello almeno due volte all'anno. Tra le altre cose cucina da dio!!! Baci Cesca e grazie d'essere passata!

      Elimina
    2. Ahahah sì Cesca, proprio una gran fortuna!!!

      Elimina
  2. Ma che buone! :D mi piace il fatto che non vadano ri-cotte nuovamente una volta assemblate :) le polpette fresche mi mancano! ;)
    buon pomeriggio, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu non fartele mancare più ;) sono davvero facili da fare e molto buone! Ciao Peanut e grazie!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...