Conserve di Cipolline Selvatiche e Carciofini

Nella gita fuori porta dello scorso fine settimana, approfittando di un mercatino domenicale dei contadini del luogo, ho acquistato delle cipolline selvatiche, quelle piccole, rosa, dai bellissimi fiori blu violetto e il gusto un po' amarognolo che a me piace tanto,  e dei carciofini, gli ultimi di stagione.  Ho fatto dei vasetti  sott'olio,  appetitosi antipasti per i mesi a venire.





Cipolline selvatiche sott'olio:

cipolline selvatiche
acqua e aceto in parti uguali
foglie di alloro
pepe nero in grani
olio evo
sale

Sbucciate le cipolline. Lavatele accuratamente sotto l'acqua corrente. Mettete al fuoco una pentola con l'acqua e l'aceto (potete anche diminuire leggermente la quantità di aceto rispetto all'acqua). Salate e portate a bollore. 

Buttateci dentro le cipolline e fatele bollire per una quindicina di minuti. Scolatele e stendetele su un panno ad asciugare per una notte intera. L'indomani, sistemate le cipolline nei vasetti, precedentemente sterilizzati in acqua bollente, premendole leggermente. Copritele di olio aggiungendo in ogni vasetto dei grani di pepe nero e qualche foglia di alloro, . Chiudete i vasetti con il coperchio e riponeteli in un luogo buio e asciutto. Nei primi giorni controllate il livello dell'olio e se necessario aggiungetene. 


Carciofini sott'olio:

carciofini
un limone
acqua e aceto in parti uguali
foglie di menta
pepe nero in grani
olio evo
sale

Pulite i carciofini e metteteli in una ciotola d'acqua acidulata con il succo di un limone. Ponete sul fuoco una pentola con l'acqua e l'aceto (anche in questo caso potete diminuire la quantità di aceto indicata).  Quando inizia a bollire, salate e mettete a cuocere i carciofini per sei o sette minuti. Scolateli e riponeteli ad asciugare  su un tavolo tra due teli, per evitare che anneriscano a contatto con l'aria. 

Quando saranno asciutti, dopo circa otto ore, disponeteli nei vasetti sterilizzati, copriteli di olio, aggiungete qualche granello di pepe e delle foglioline di menta, a vostro piacere anche altre erbe aromatiche e/o spezie, chiudete con il coperchio e ricordate di  controllare per qualche giorno il livello dell'olio.

4 commenti:

  1. Come sempre straordinaria!!!!
    Una domandina, ma si sigillano da soli i vasetti, non si rischia che non si chiudano bene?? Cioè vanno sottovuoto?
    Per capire... Non ho mai preparato conserve di questo genere perché non ho mai capito come funziona questo procedimento!
    Attendo notizie illuminanti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Camiria, questo tipo di conservazione casalinga non prevede la formazione del sottovuoto, ma è l'olio che copre le verdure ad impedire il passaggio dell'aria. Per questo motivo è bene controllare che l'olio copri interamente le verdure ed evitare che vi siano all'interno del vasetto bollicine d'aria, nel qual caso vanno eliminate(basterà una lieve pressione). Se vuoi cimentarti, utilizza piccoli vasetti che potrai controllare più facilmente. Consumali nel giro di qualche mese, sempre che non si siano formute muffe o che il prodotto non abbia un sapore acidulo, se qualcosa non ti convince buttali via senza rimpianto:) Fammi sapere!!!

      Elimina
  2. Grazie sei stata gentilissima e chiara nella spiegazione :)
    Dovrò provare, ho delle piccole cipolline magari provo con quelle nel fine settimana!
    Grazie

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...