Spaghetti Integrali al Nitukè di Verza e Carote, con Mandorle e Pinoli

Con la ricetta di oggi, partecipo al  appuntamento con Salutiamoci. Questo mese è ospitato dal blog La tana del riccio, dove troverete un mondo di ricette a base di cavoli, cavolini e verze.
Vi presento quindi, uno dei piatti più gettonati nella mia cucina di questo periodo: sempicissimi spaghetti conditi con un nitukè di verza e carote. 
Come ho scritto in un post di qualche tempo fa: "il nitukè è un metodo di cottura  che consiste nel far saltare le verdure in una padella con un po' d'olio, per poi  cuocerle a fiamma bassa con un coperchio. Naturalmente  alcuni tipi di verdure cuociono più facilmente di altri, liberando il proprio succo e rimanendo umidi nel corso della cottura. Altri invece hanno bisogno dell'aggiunta di un po' d'acqua. Questa tipica cottura macrobiotica conserva il sapore e la qualità delle verdure e può essere utilizzata per ogni tipo di vegetale".
Buon appetito! 

Pasta integrale



Ingredienti:

240 grammi di spaghetti integrali
una mezza verza
tre carote
una  cipolla rossa di Tropea
qualche manciata di pinoli e madorle
olio evo
sale marino integrale

*TUTTI GLI INGREDIENTI USATI SONO BIO

In una padella mettere a scaldare un po' di olio con la cipolla affettata sottilmente. Unite i pinoli e le mandorle. Fateli dorare leggermente e aggiungete  le carote tagliate a strisce con una mandolina.  Dopo qualche minuto, unite  il cavolo verza, affettato anch'esso finemente con un coltello. Salate e conducete la cottura a fuoco bassissimo e con il coperchio. Dopo una ventina di minuti le verdure saranno cotte al punto giusto.
Cuocete al dente gli spaghetti e fateli saltare nella padella con il condimento.

34 commenti:

  1. Un condimento BUONISSIMO!!!
    Io vado matta per la pasta e mi piace moltissimo variare i condimenti di verdura!
    Lo provo di sicuro questo! ho una verza freschissima comprata quest'oggi! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero ti sia piaciuto, moltissimo... Baci

      Elimina
  2. Ottima davvero, da leccarsi i baffi a guardar la foto!
    Quindi io quando cuoio le verdure faccio sempre nituké, grazie dell'info ; )
    bacioni Su

    RispondiElimina
  3. Nei tuoi piatti ci soni sempre dei così buoni sapori...il termine "nutikè" non lo conoscevo, è un po' quello che io dico "lascio un po' lì sul fuocherello"!!! ;)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cesca, sei molto cara. Sì, il nitukè è proprio quella cosa lì :) Un bacio.

      Elimina
  4. Quanto mi piacerebbe assaggiare questa bonta!
    Bacioni,carina!

    RispondiElimina
  5. Dopo aver letto questa ricetta ti posso dire convinta che è un vero piacere conoscerti!
    Non sapevo di questo termine.. nituke.. anche se a volte lo uso :)
    Golosi, saporiti e sani, grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tante a te Francesca! A presto! Baci.

      Elimina
  6. del nikutè ne ero venuta a conoscenza dal blog della Feli.ho letto le svariate propietà che vanta, l'ho provato una volta e da allora non ne faccio più a meno!buono con la pasta integrale (dì la verità...stai leggera prima dei bagordi come me?)...ti faccio anch'io tanti auguri per un sereno natale.
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I bagordi sono lontani ormai, per fortuna! :) Il nitukè è fantastico, sempre. ;) Baci.

      Elimina
  7. Mi hai aperto un mondo! Anch'io come Cesca non chiamavo con il proprio nome il "lasciar andare piano piano sulla fiamma per un po'" :) e se oltre alla conoscenza in più, ci delizi con la verza...beh non posso che lasciarti un commento pieno di complimenti!

    RispondiElimina
  8. Dai ma che splendore! Mi sono unita ai tuoi follower con piacere, se ti va passa da me http://veganchef88.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta! Grazie dell'apprezzamento, verrò a trovarti prestissimo!

      Elimina
  9. Buon anno,carissima!Bacioni da Grecia!

    RispondiElimina
  10. yum yum, mi piacciono proprio!Auguri in ritardo :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Neofrieda. Auguri anche a te, ancora più in ritardo, ma che fa, mica scadono ;)

      Elimina
  11. mi piace molto l'idea di usare il nitukè come condimento per un primo piatto...buon anno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, lo uso spesso come condimento sia per la pasta che per il riso. Auguri anche a te. :)

      Elimina
  12. Ma ormai lo so già che da te ho sempre qualcosa da imparare :)
    Questo metodo di cottura non lo conoscevo ed ora non vedo che arrivi l'ora di pranzo per provarlo :D
    Splendido piatto e connubio di sapori, mi piace moltissimo, semplice ma gustoso <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cami! Vedrai che ti piacerà! :)

      Elimina
  13. ....si, appunto....torna!Sta casa aspetta te!mi ero accorta che sei sparita, come la cesca.e daiiii....cosa c'è un virus?
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Virus annientato..eccomi tornata! Cesca sta facendo la penicillina, sarà a breve più in forma di prima! :)
      Grazie, cara.

      Elimina
  14. è molto interessante questa ricetta! Grazie per l'idea! Bravissima!! Mi sono unita ai tuoi letto fissi! Un salutone :)

    RispondiElimina
  15. Che buoni!!!! Mi piace molto l'aggiunta di mandorle e pinoli!!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...