Miele di Fichi

Miele di fichi, mai nome fu più improprio! E sì, perché  questa prelibatezza calabrese, a dispetto del nome, è un estratto zuccherino, tutto vegetale, ottenuto dalla prolungata bollitura dei fichi.

Secondo la ricetta tradizionale, si possono utilizzare tutte le varietà di fichi a disposizione, ma la varietà preferita è il fico bianco dottato, varietà tipicamente meridionale, adatta anche all'essiccazione al sole. E poi di fichi bisogna averne in abbondanza, perché, va detto, per ottenere un vasetto di miele, perfettamente denso, ne occorrono all'incirca cinque chili

La resa è dunque bassissima  e il tempo di preparazione molto lungo. Ma il nettare che si ottiene dalla laboriosa lavorazione ha un gusto unico, un inconfondibile profumo.

Questo prezioso nettare è un ingrediente fondamentale di alcuni dolci tipici, come i mostaccioli, si usa come glassa per molti dolci natalizi e può sostituire lo zucchero o il miele d'api in tutte le preparazioni.
Ha anche proprietà espettoranti ed emollienti.


Ingredienti:
fichi
acqua

Raccogliete o procuratevi un'abbondante quantità di fichi freschi. Metteteli in una pentola e versatevi dell'acqua, non fino a coprirli del tutto, poiché quanta più acqua impiegherete per l'iniziale cottura, più lungo sarà il tempo della bollitura successiva. Fateli bollire fino a quando non saranno morbidi, senza farli spappolare, vi raccomando! Quindi scolateli in un telo di cotone, consevando l'acqua di cottura. Richiudeteli nel telo e ponete il fagotto in un torchietto*. Strizzateli per bene, raccogliete il liquido ottenuto e unitelo all'acqua di cottura messa da parte; quindi rimettete il tutto a bollire, mescolando di tanto in tanto, eliminando con una schiumarola le impurità e la schiuma che si produrranno in superficie. Fate cuocere fino ad ottenere la giusta densità. Ci vorranno almeno tre ore. Chiudete in vasetto a chiusura ermetica e riponete in dispensa.  Si conserva perfettamente anche due anni.

*Se non disponete di un torchietto, ponete il telo in uno scolapasta con un grosso peso sopra e lasciate scolare il liquido dei frutti, anche per una notte intera.



12 commenti:

  1. Questa è una prelibatezza assoluta! una vera chicca, chissà che profumo e che gusto.
    Qui non solo non si trova la qualità giusta, ma i fichi sono scarsi a causa delle piogge e anche carissimi. Dovrò venire a trovarti per assaggiare questa meraviglia ; )
    Baci Su

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E vieni ,dai, Cincia! Tu mi farai uno dei tuoi risotti speciali, eh :) Baci.

      Elimina
  2. E' la 3° volta che provo a commentare!!! sul più bello che sto scrivendo salta la pagina e non rimane in memoria più niente!! Tesoro, volevo solo dirti che è un nettare divino questo miele di fichi!! una ricetta da conservare per quando troverò dei fichi maturi e dolci! Grazie :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti si, Mari, è un piacere farlo, ma mangiarlo ti fa sentire in "paradiso"! ;) Grazie a te, un abbraccio.

      Elimina
  3. Mannaggia, bastava che la postassi prima di domenica, ello mi ha portato una cassetta di fichi appena raccolti, ne ho fatto una torta e gli altri li ho conservati, lasciandoli interi come fossero in composta. I prossimi che arriveranno certamente domenica li farò così. un bacione <3

    RispondiElimina
  4. Eccomi, ho i fichi, ora mi metterò al lavoro: buona domenica <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona domenica anche a te, Libera :) Non immagini come sono contenta che ti sei messa all'opera! Tienimi aggiornata. Baci.

      Elimina
  5. Letissia, il miele è davvero bello da preparare e le lo sa preparare davvero bene, le faccio i miei complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che lusinghe! Ma grazie, cuoco segreto!!!!

      Elimina
  6. Ciao,sono in dirittura d'arrivo, c'è un profumino;-)

    RispondiElimina
  7. Eccomi, non torno più :-D ho invasato(èvenuto un vasetto piccolo piccolo) ed ho aggiunto 2 bacche di pepe del Madagascar, tanto per non copiare tutto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bellezza, Libera! E sì, la resa è bassissima... ma la bontà è unica!!! E l'hai pure aromatizzato... bravissima :) Ti abbraccio!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...