Tortino di okara e broccolo nero

L'okara è ciò che resta della soia gialla dopo aver fatto il latte o il tofu.  Si tratta di soia frullata, previamente messa a mollo, poi cotta nell'acqua bollente per una quindicina di  minuti e ben strizzata. Ricca di proteine e fibre, si presta all'impiego in diverse preparazioni, sia dolci che salate. Oggi l'ho impiegata insieme al broccolo nero, ovviamente made in my kitchen garden, per farne un tortino veramente saporito e nutriente. Quindi invito chi già autoproduce latte di soia e tofu a farlo. A chi non si è ancora cimentato nell'autoproduzione suggerisco di provare: fare in casa il latte di soia, (ma anche il tofu) è facile, per certi aspetti anche divertente, e molto, ma molto economico!!! 


Ingredienti:
due tazze di okara
un broccolo nero
due cucchiai colmi di farina semi integrale
una manciata di olive nere
due spicchi d'aglio
qualche ciuffo di prezzemolo
semi di sesamo
semi di girasole
semi di papavero
pan grattato
olio evo
pepe nero
sale marino integrale

Cuocete il broccolo nero a vapore per una decina di minuti. Frullatelo e mettetelo in una ciotola. In una padella scaldate  in un po' d'olio  l'aglio tritato, aggiungete l'okara, la farina ed un bicchiere d'acqua. Fate cuocere per una ventina di minuti o più fino al totale assorbimento dell'acqua. Mescolate l'okara al broccolo, aggiungete il prezzemolo. le olive nere tagliate a pezzettini e aggiustate di sale e pepe. Ungete una teglia da forno e stendete il composto con l'aiuto di un cucchiaio. Spolverate la superficie di semi e pan grattato e infornate a 200 gradi fino a doratura.

6 commenti:

  1. Ma che bello questo tortino, l'hai proprio agghindato bene! ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto che carino? :) Grazie Ale!

      Elimina
  2. Sai che io non sono amante del tofu ect, e non produco per questo latte di soia o altro ma devo dire che il tortino è invitante e che l'okara è un ottimo ingrediente, versatile, che in cucina può essere impiegato davvero in tantissimi modi :D
    Bravissima e bellissima ricetta ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so bene Camiria, ed anch'io raramente mi nutro di soia e dei suoi derivati; poi ogni tanto faccio uno strappo e questo in particolare è un golosissimo strappo! :) Grazie cara, sei sempre molto gentile! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...